Diciamo la verità, oggi conoscere l’inglese è un must. A molti serve per il lavoro o per approfondire dei temi utili per lo studio, ma anche per viaggiare o per potersi informare in modo corretto sui tanti temi disponibili online. Per imparare l’inglese fino a qualche anno fa il metodo più consigliato era quello di seguire un corso presso una scuola accreditata. Questo tipo di suggerimento è certamente valido, ma non tutti hanno il tempo, o i soldi, per potersi ritagliare vari pomeriggi al mese, in modo da rendere proficuo lo studio di una lingua straniera presso una scuola.

Questo anche perché è dimostrato che i corsi che hanno maggiori successi sono quelli con un numero limitato di allievi, che presentano costi spesso proibitivi. Fortunatamente però ci sono varie altre opportunità, sia per chi deve apprendere l’inglese da zero, sia per chi ha già una certa conoscenza della lingua, maturata sui banchi di scuola o tramite altri metodi.

Imparare dai propri interessi

Il primo passo da effettuare quando si desidera effettivamente apprendere l’inglese è considerare tale necessità come un divertente passatempo. Chi ha seguito delle lezioni scolastiche di qualsiasi lingua sa bene che i primi passi sono i più stressanti, anche perché in genere si viene travolti da una serie di nozioni che riguardano la grammatica e la costruzione della frase in un’altra lingua che non sia la nostra. Per essere in grado di sostenere una breve conversazione in inglese non è necessario saper utilizzare una grammatica perfetta, quanto piuttosto sapersi destreggiare con le parole  e i concetti più diffusi ed utilizzati, oltre che avere una buona conoscenza di alcuni vocaboli e una pronuncia almeno accettabile. Per ottenere questi risultati in modo piacevole possiamo cominciare “traducendo” i nostri interessi in inglese. Ad esempio possiamo cominciare a guardare qualche film, o sitcom, in lingua originale, con i sottotitoli in italiano in modo da comprendere i vocaboli utilizzati. Oppure ci posiamo dilettare con qualche breve libro or acconto in lingua. Oggi sono disponibili tantissime fonti da cui trarre ispirazione e materiale, dai giochi per il computer con commenti in inglese, fino agli articoli di giornale delle principali testate straniere. Anche la musica in inglese è molto diffusa, così come i siti che riportano i testi delle canzoni alla moda, con debita traduzione.

Un viaggio all’estero

Un’ottima palestra per l’apprendimento di una lingua è il poter parlare con persone madrelingua, che la utilizzano quotidianamente. Chi è all’università può approfittare di viaggi studio organizzati dallo stesso ateneo, come ad esempio il programma Erasmus, che consente di trascorrere uno o più semestri in uno Stato a propria scelta tra quelli disponibili. Oltre ad imparare la lingua del Paese ospitante si potrà avere un’importante esperienza a livello accademico e personale. Anche un fine settimana, o una vacanza più lunga, possono essere un’ottima palestra per imparare una nuova lingua, anche se per potersi allenare è necessario avere già delle buone basi, o si rischia di non riuscire ad avere alcun tipo di rapporto effettivo con persone di lingua straniera.

Internet e l’inglese

Le nuove tecnologie, sempre più diffuse, propongono oggi ulteriori modi per apprendere l’inglese, in modo graduale e del tutto naturale. Anche in questo caso non stiamo parlando di apprendere le regole grammaticali in modo perfetto o di studiare i testi di autori in lingua. Piuttosto i corsi per imparare l’inglese online sono orientati più all’utilizzo sin da subito delle conoscenze ottenute, piuttosto che all’ottenimento di conoscenze approfondite per quanto riguarda il lessico o la grammatica. I nuovi corsi disponibili in rete sono più orientati ad un utilizzo rapido della lingua, evitando le noiose lezioni di tipo scolastico e rendendo il tutto più piacevole e divertente.

L'articolo Imparare l’inglese: oggi è possibile anche con metodi nuovi sembra essere il primo su Geekissimo.