Gli smartphone sono diventati uno strumento praticamente essenziale da avere sempre nelle nostre tasche. Non soltanto per chiamate, giochi e social network, ma possono essere uno strumento praticamente essenziale per lavorare, grazie alle enormi capacità di cui sono dotati. Ormai avere uno smartphone a portata di mano è come avere un piccolo PC pronto per essere utilizzato ad ogni evenienza. Come scegliere quindi il nostro smartphone?

Ci sono dispositivi di tutti i tipi e fasce di prezzo, da quelli top gamma, dotati di un design sicuramente più d’impatto, ottimo comparto hardware ed applicativi software dedicati, a quelli di fascia bassa e media che sono diventati più “importanti” sotto il punto di vista delle funzionalità.

Potremmo in questo caso fare riferimento ad una qualche guida al miglior smartphone, suddivisa  appunto per fascia di prezzo, oppure seguire alcuni consigli, qui di seguito elencati in punti, che ci porteranno alla scelta finale del dispositivo adatto alle nostre esigenze.

Funzionalità

La prima cosa da valutare sono naturalmente le funzionalità che va ad offrire il dispositivo. Ormai che sia Android o iOS, tutti i prodotti sono sulla buona strada ed offrono più o meno le stesse cose. Certo però che prodotti di fascia top come può essere un Samsung Galaxy S9, appena uscito, offrono sicuramente qualche piccola chicca in più. Samsung inserisce di default sui suoi dispositivi di fascia top il software Knox: un sistema di sicurezza che è stato incorporato a partire da Android 4.3 e che permette di tenere al sicuro i nostri dati all’interno del smartphone.

C’è però da dire che all’interno del Play Store ed App Store sono presenti numerosissimi applicativi che permettono di tenere sotto chiave i nostri dati, quindi non è certamente obbligatorio andare a spendere cifre importanti per avere alcune funzioni che possono sembrare un’esclusiva. Sicuramente le implementazioni fatte ad hoc dai produttori sono molto più funzionali visto che sono sviluppate appositamente per quei prodotti. Tuttavia si trovano quasi sempre alternative molto valide.

Ormai, soprattutto con gli smartphone Android, si ha sempre la possibilità di avere una certa “apertura” verso periferiche esterne, quindi sicuramente se sei alla ricerca di un sistema operativo che ti permetta di utilizzare lo smartphone insieme ad altre periferiche esterne con un elevato grado di libertà, potresti orientarti sulle soluzioni Android. Diversamente invece, se ritieni che la sicurezza sia un aspetto molto importante e ti lasci affascinare dalla semplicità di utilizzo dei prodotti Apple non puoi che optare per un iPhone.

Hardware

Il comparto hardware viene subito dopo. Ora che hai più chiaro come vuoi approcciarti tra usabilità e sicurezza, devi chiederti: “quanto voglio che sia potente il mio smartphone? Come scegliere un telefono in base all’hardware?”. In questo caso bisogna tener presente che a fare la differenza sulla reattività del prodotto, spesso e volentieri è anche il software che gira sopra l’hardware e alla sua ottimizzazione. Non sono rari i casi in cui dispositivi dotati di hardware che su carta distruggerebbero tutta la concorrenza sono poi più lenti di altri prodotti magari di fascia anche più bassa.

Con questo non vogliamo confondervi le idee, ma possiamo dirvi che avere un buon processore e tanta memoria RAM sono sicuramente degli ottimi punti di partenza e di valutazione, soprattutto se ci troviamo spesso ad approcciarci a file pesanti. Diventa in questo caso la fascia alta quella da considerare. I migliori smartphone di oggi sono dotati anche di 6GB o 8GB di memoria RAM e 256GB di memoria interna. Va da sé che se non è questo il caso, un prodotto di fascia media va più che bene.

Anche la quantità di memoria interna va ad influire sul tipo di prestazioni del prodotto. Scatti molte foto, hai molta musica sullo smartphone, salvi molti documenti? Più memoria hai meglio è. Se la memoria, da un momento all’altro, dovesse terminare gli aggiornamenti verrebbero bloccati e quindi ti ritroveresti con un prodotto dotato di programmi obsoleti. Tieni quindi presente questo aspetto.

Nel caso in cui non hai necessità di tutto questo, ma ti limiterai alle sole chiamate, alla messaggistica, a qualche scatto e alla navigazione, anche un prodotto di fascia bassa, va più che bene.

Fotocamera

C’è anche chi acquista uno smartphone basandosi sulla qualità del comparto fotografico. Non lavoro con lo smartphone, non ci gioco, non faccio nulla di particolare, ma voglio uno dispositivo che sia in grado di scattare foto eccellenti. Come scegliere il tuo smartphone valutando la qualità fotografica? I migliori smartphone di oggi finalmente hanno sviscerato la una convinzione che fin da troppo tempo era considerata come “verità assoluta” nel valutare la qualità fotografica degli smartphone, ovvero la quantità di megapixel presenti.

Avere più megapixel non vuol dire fare foto più belle. Il sensore fotografico degli smartphone è piccolissimo, quindi non c’è bisogno di avere troppi megapixel, sarebbe contro producente. Diciamo che ad oggi avere 8-12 megapixel è sufficiente. Si ottiene molto meno rumore video e la qualità delle foto ne va a giovare sicuramente. Vanno ad inficiare una foto migliore l’apertura focale, una stabilizzazione manuale piuttosto che ottica e altri fattori più tecnici che non ci dilungheremo ad elencare.

Prezzo

Il prezzo è il punto più importante, ma va inserito alla fine perché naturalmente a seconda di “ciò che vuoi” può variare di molto. Di norma i migliori smartphone da tenere in considerazione sono quelli tra i 300 e 400 euro di prezzo. Dispositivi in grado di fare tutto e gestire al meglio ogni operazione, con l’eccellenza non in tutti gli aspetti, ma su alcuni. Se vuoi un top gamma che, teoricamente, va ad essere il top sotto ogni punto di vista preparati a superare le 700€. Diversamente se vuoi uno smartphone che chiami, faccia girare WhatsApp o altre poche applicazioni puoi anche accontentarti di un prodotto sulla fascia delle 100-200€ di prezzo. Naturalmente per riuscire a trovare l’offerta migliore è anche logico non soffermarsi su un solo negozio, ma girare. Ad oggi i migliori affari si scovano sul web, si riescono a risparmiare anche 100 euro acquistandolo online.

Avete già in mente quale sarà il vostro prossimo dispositivo?

L'articolo Quattro elementi che fanno la differenza per acquistare smartphone Android sembra essere il primo su Geekissimo.